Trasparenza nell’ufficio urbanistica. Interrogazione di Carmelo Cerruto e Nino Cerruto

In data 16 ottobre 2009 i consiglieri Nino Cerruto e Carmelo Cerruto, mediante interrogazione e proposta di discussione nel prossimo Consiglio Comunale utile, hanno chiesto all’Assessore all’Urbanistica Elio Scifo delucidazioni in merito alla trasparenza dell’ufficio urbanistica e della s.u.a.p.

In essa si legge: “Sulla base di accertamenti effettuati presso l’ufficio urbanistica e sportello unico di codesto comune di Modica, rilevano come non sia ancora stato istituito un registro aperto alla visione del pubblico che riporti le pratiche in ingresso, l’assegnazione ai tecnici istruttori, l’eventuale richiesta di integrazione e la data del rilascio dell’atto amministrativo e quanto altro occorra per la piena trasparenza sulla tempistica relativa alle autorizzazioni delle pratiche”.

I due consiglieri chiedono l’istituzione del suddetto registro nella versione sia elettronica che cartacea al fine di rendere effettivo il criterio di trasparenza della Amministrazione, il quale può essere riferito sia all’attività che all’organizzazione e, dunque, alla duplice declinazione del termine Amministrazione. Al criterio della trasparenza è ricondotto il diritto di accesso inteso come pubblicità degli atti, motivazione e univoca definizione delle competenze, introdotto dagli artt. 22 e ss. della Legge 241/1990 e successive modifiche.

Abbiamo sentito in merito l’Assessore all’Urbanistica Elio Scifo il quale riferisce che non esistono problemi di trasparenza. Infatti, previa richiesta formale, è possibile visionare l’iter completo di una pratica in quanto archiviata nel sistema informativo dall’ufficio protocollo.

Inoltre in futuro, disponendo delle somme necessarie, l’ente procederà all’acquisto di un software che gestirà le pratiche per via telematica grazie anche all’utilizzo della firma digitale.

Ad oggi, dice l’Ass. è possibile scaricare la modulistica necessaria dal sito del comune (www.comune.modica.rg.it).

Cliccando però sulle voci “Modulistica” e “Urbanistica” troviamo solo i contatti del Sindaco.

Conclude Scifo affermando che: “Al fine di velocizzare il rilascio di una pratica e così come previsto dalla legge, da circa 6 mesi è possibile presentare una pratica tramite perizia giurata. Con questo strumento il tecnico si assume tutte le responsabilità. L’ufficio urbanistica entro 120 giorni è obbligato a dare una risposta”.

“Lo scopo del registro sulla trasparenza – spiega Carmelo Cerruto –  è quello di dare contezza al cittadino dell’iter della pratica in maniera veloce e potersi rendere conto quante pratiche verranno esaminate prima di quella propria e la tempistica; questo consente al cittadino inoltre di poter  vedere quanto produce l’ufficio; quanto affermato dall’assessore “previa richiesta formale, è possibile visionare l’iter completo di una pratica in quanto archiviata nel sistema informativo dall’ufficio protocollo” non è quanto richiesto nella interrogazione”.

Nel caso di specie vero è che per l’istituzione del registro elettronico è necessario l’acquisto di un software specifico che consenta di gestire questi uffici e che il costo (circa 10.000 euro) non è disponibile presso le casse del Comune di Modica, però è anche vero, come precisa Carmelo Cerruto che “L’Amministrazione, anche se senza soldi, potrebbe per esempio, creare un registro cartaceo in cui appuntare lo stato di avanzamento di una pratica e cioè quando è stata presentata, quali passaggi ha superato, in quali date, da chi è presa in carico”.

Angela Allegria – Piero Paolino
Novembre 2009
In Il Clandestino con permesso di Soggiorno, anno 01, n. 09.

  • Trackback are closed
  • Commenti (4)
    • Ignazio Avv. Di Maria
    • 30 dicembre 2009

    MA COME SI SVOLGEVA IL LAVORO degli uffici prima dell’avvento dell’informatica??? i vari registri permettono documentalmente e in maniera trasparente, si spera, d’accertare e verificare l’iter temporale ed il percorso di ogni progetto…
    Avv. Ignazio Di Maria

      • angelaallegria
      • 30 dicembre 2009

      Adesso con l’avvento dell’informatica si può controllare meglio ed in maniera più efficente l’iter del progetto, se si mette in rete, ogni utente con la sua password può ottenere la visura ed evitare le file inutili.

    • ignazio di maria
    • 4 gennaio 2010

    Suggerisco la visione del Film di Francesco Rosi: ” Le mani sulla città”!!
    Avv. Ignazio Di Maria

    • ignazio di maria
    • 14 gennaio 2010

    Sarebbe interessante che i Dirigenti dell’Ufficio Tecnico del Comune di Modica e l’Assessore al ramo Urbanistico ci spiegassero ” i criteri temporali di rilascio delle concessioni edilizie” se sono cronologici,annuali, o ” ad personam” a seconda del progettista, ” ad societas” ???…la mia è una domanda da singolo Cittadino che non ha altri mezzi per manifestare la propria indignazione!!!!Art.21 Costituzione, LA LIBERTA’ DI MANIFESTAZIONE DEL PENSIERO NELL’ORDINAMENTO ITALIANO, Diritto Inviolabile!!….
    ignazio di maria

I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: