Modifiche al regolamento sulla tassa dei rifiuti

Il sindaco Antonello Buscema: “Pagare tutti per pagare meno”

Modificato il regolamento che disciplina la Tassa per lo smaltimento del rifiuti solidi urbani da parte dell’Amministrazione comunale di Modica.
La TARSU, come viene normalmente abbreviata, è calcolata sulla base del costo totale del servizio di raccolta e successivo smaltimento dei rifiuti usando come parametro la superficie dei locali di abitazione e di attività dove possono avere origine rifiuti di varia natura.
Nello specifico fra le novità vanno segnalate la riduzione del 30% per gli alloggi con un unico occupante, per le abitazioni, i locali commerciali e le aree scoperte tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo. Stessa diminuzione per gli utenti che risiedono o abbiano la dimora per più di sei mesi l’anno, in località fuori dal territorio nazionale.
Riduzione del 50% per gli esercizi commerciali di Marina di Modica che operano su quel territorio tutto l’anno.
La tassa, inoltre, è dovuta nella misura del 40% della tariffa se la distanza dal più vicino punto di raccolta rientrante nella zona di fatto servita supera un chilometro.
Altre agevolazioni sono previste per le abitazioni occupate da almeno un coniuge in età superiore a 70 anni, che dichiara di possedere solo un reddito da pensione oltre all’abitazione principale ed in ogni caso con un reddito ISEE non superiore a 9.000 euro. In questo caso la tariffa è ridotta del 50%.
Riduzione del 30% per le abitazioni occupate da nuclei familiari in cui vi sia la presenza di persona diversamente abile in quanto non autosufficiente con necessità di assistenza continua come attestato da certificazione della Ausl locale e per le famiglie con reddito ISEE complessivo non superiore a 9.000,00 euro.
A seguito di numerose richieste di chiarimento da parte degli utenti il dirigente del servizio di riscossione, su sollecito del sindaco, ha riaperto i termini prorogando la scadenza al prossimo 31 dicembre per quanti non abbiano ancora proposto domanda per gli sgravi.
Commenta il Sindaco Antonello Buscema: “Mi pare evidente che l’applicazione del nuovo regolamento porti a chiedere legittimamente da parte del cittadino dei chiarimenti che l’ufficio offre con la dovuta assistenza. Devo registrare che le modifiche al regolamento consentono un abbattimento della tariffa, nel suo complesso pari al 4% che si distribuire a favore dell’utente. Insomma il vecchio adagio “selliano” del pagare tutti per pagare di meno”.
Angela Allegria
Novembre 2009
In 30 giorni news

I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: