Catania. Convegno, dedicato alle nuove frontiere

Nei giorni 24 e 25 maggio si è tenuto a Catania, a Palazzo Centrale in piazza Università, il primo convegno internazionale “PLT2007” sulle tecnologie di apprendimento basate su penna digitale.

Il convegno, dedicato alle nuove frontiere per l’interazione grafica, multimediale e mobile nell’e-learning ed alle innovazioni nella didattica rese possibili da queste tecnologie, rientra nel Progetto europeo I-trace, coordinato dalla docente di Sistemi Cognitivi e Interazione Uomo-Macchina della facoltà di Ingegneria dell’Università di Catania, Daniela Giordano.
All’interno di esso è stato organizzato un workshop dimostrativo delle funzionalità dei tablets pc in campo didattico a cura di Joseph G. Tront, professore del Department of Electrical and Computer Engineering dell’Università Virginia Tech (Usa), e Jane Chu Prey, academic innovation manager di Microsoft Research.
Entrambi hanno illustrato i caratteri dei tablets pc, una delle innovazioni più recenti nel mondo dell’Information and Communication Technology, i quali consistono in una sorta di notebook, utilizzabile non solo come schermo, ma anche come “tavoletta” che permette il confronto di dati fra docente e discente e fra discenti.
I tablets fungono da dispositivi di input, e permettono lo scambio dei dati tramite wireless.
Grazie al Digital Ink, ossia l’inchiostro digitale, è possibile scrivere o disegnare direttamente sulla “tavoletta”, come si farebbe su un comune foglio di carta, il cui contenuto viene acquisito dalla macchina direttamente in formato elettronico.
Si vuole sperimentare in tal modo come anche nella didattica frontale la componente tecnologica può assumere valore fondamentale al fine di agevolare l’apprendimento e rendere le lezioni interattive. 
Angela Allegria
28 maggio 2007
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: