Alpinista quasi ibernato in Giappone. 24 giorni senza acqua nè cibo, ora sta bene

Una notizia che ha dell’incredibile giunge dal Giappone: un giovane alpinista di 35 anni, Mitsutaka Uchikoshi, è vivo ed in buone condizioni dopo 24 giorni in stato quasi di ibernazione.

Era caduto in una scarpata durante un’escursione sul monte Rokko il 7 ottobre scorso e da quel giorno le sue tracce si era perse.

Impossibilitato a muoversi a seguito della caduta e chiedere aiuto, è rimasto lì per ventiquattro giorni senza cibo né acqua, dormendo e bevendo qualche goccia di salsa barbecue.

“Ricordo solo di essermi addormentato — ha commentato il nipponico in una conferenza stampa — i medici sostengono che io sia sopravvissuto in uno stato ipotermico molto simile all’ibernazione”.

I medici spiegano che il suo stato era molto simile all’ibernazione, e che solo la temperatura corporea molto bassa (22 gradi) ha fatto sì che non ci fossero danno celebrali.

Ora Mitsukata sta bene ed è già tornato al lavoro.

Angela Allegria

22 dicembre 2006

In www.7magazine.it

  • Trackback are closed
  • Commenti (2)
  1. molto fortunato.

    molto tanto.

    • sarausagi
    • 23 ottobre 2008

    Mamma mia.. più che fortuna è proprio grazia divina! Sotto una certa soglia il corpo non va in ipotermia? Non immagino ciò che succede a 22 gradi. L’importante che si sia salvato, e tutto in tero🙂 Meno male😉

I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: